Informaticando, accadde

Riflessione RotondOidale

Posted in Napoli, pensieri, Storie by Inzirio Draghelli on 27 giugno 2010

Oramai sono quasi 10 anni che guido e non solo a Napoli… Mi è capitato anche in paesi stranieri, tra cui la Scozia! Paese dove i semafori sembrano quasi non esistere, ma tutto è regolato da rotonde! Rotonde che vanno percorse, ovviamente, al contrario rispetto a quasi tutti gli altri paesi del mondo perchè gli anglosassoni hanno deciso che devono fare sempre a modo loro…

All’inizio che provi a imboccare queste rotonde, ti viene quasi automatico di imboccarle nel senso opposto, prendendosi appresso le varie jastemme in scozzese antico… Però devo dire che una volta imparato il senso di marcia, le difficoltà calano enormemente e la rotonda fa il suo dovere a maestria. Si perchè in Scozia hanno capito come la rotonda funziona. Ovvero chi cammina all’interno della rotonda ha la precedenza su chi si deve immettere! Una regola semplicissima, che agevola i conducenti e il traffico.

Devo però ammettere che se non avessi imparato a guidare a Napoli, con molta probabilità in Scozia, sarei morto… Si perchè a Napoli ti insegnano la legge della vita su asfalto! Tu, giovane 18enne, hai la tua patente fresca fresca, hai imparato a guidare alla scuola guida, ma stesso quando sei lì ti viene detto: “Noi vi insegneremo a guidare, così come è norma guidare. Quando andrete lì fuori, dimenticate tutto e ricominciate a imparare da capo!” Domanda: “e che r’è na uerr?” (trad: “Suvvia non sarà mica una guerra?”).

E in effetti una guerra lo è! Ti ritrovi imbottigliato in file chilometriche di auto, dove se lo spazio è abbastanza largo per un’auto, si riesce tranquillamente a fare uscire anche lo spazio per un’altra auto affianco, un motorino dall’altro lato e una serie di motorini SOPRA al tettuccio…

Si perchè pure si nun tenimm nient a fa, a Napoli jamm e press!

Ricordo una volta nel traffico, fuori lo stadio, un camion era proprio avanti a me, in un traffico scorrevole. Considerato che non c’era abbastanza spazio per posteggiarlo, il conducente, una volta arrivato nei pressi del giornalaio, con tutta tranquillità, mette il freno a mano, scende, compra il giornale, saluta e risale…

Fortunatamente però da diversi anni a questa parte hanno cercato di ovviare al problema del traffico.
In che modo? Hanno pensato di mettere al centro degli incroci più trafficati, le Rotonde!

Azz! Bell’idea! Mi piace! La rotonda agevola il passaggio… Non devi pensare più a chi ha lo Stop, la precedenza, ecc ecc… Tanto se sei riuscito a immetterti, la precedenza la tieni tu! (per Antonio: A cummann tu ngopp a rotond, zampill!)

Non si è calcolato però, che qui a Napoli, la rotonda non si è capito come funziona… O meglio, si è deciso, all’unanimità, che funzion o cuntrarje!

Mi spiego meglio:

1. Arrivi all’incrocio con la rotonda.

2. Attendi che nn ci siano auto per immetterti.

3. Ci sono sempre auto e non riesci a immetterti.

4. Ti meni! Sei sicuro che chill che sta nella rotonda SA tu cosa stai provando, quindi si ferma e tu passi! Se c’è qualcuno che adda trasì, ACCELERI! A meno che non si sia menato annanz a te!

E così è stato felicemente ripristinato il traffico a Napoli!

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. officio said, on 27 giugno 2010 at 11:14 AM

    C’ho un amico di melito che potrebbe darti qualche lezione sulle rotonde…

  2. majigno said, on 27 giugno 2010 at 7:08 PM

    frà ma chell è a machina mia!!! :PPPP

    “stev currenn comm e o cess!” ahahahhah


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: