Informaticando, accadde

Pummarolella accidiosa

Posted in Napoli, pensieri, Ricette by Inzirio Draghelli on 15 settembre 2010

L’accidia è uno dei sette peccati capitali, sin da quand’ero bimbo mi sono sempre chiesto: “Ma che cazz e’ l’accidia?”

Non era null’altro che la pigrizia… Ma allora chiamatela pigrizia no? No! S’adda chiammà accidia…

Essere accidiosi pare che sia uno dei sette peccati capitali più diffusi e in voga al momento… Tutti ci svegliamo al mattino, pensiamo a cosa dobbiamo fare e ci diciamo: “Wa comm m romp o cazz!”

E già questo basterebbe a far capire che nisciun fa nu cazz!

Ma la pigrizia non va per forza vista come una componente negativa nelle persone… Proprio ieri discorrevo con un paio di persone a riguardo, giungendo alla conclusione che, essere pigri, se vissuto nel modo giusto può aiutare a trovare le soluzioni ottimali ai problemi.

Prendiamo l’esempio più banale che può saltare in mente, uno spaghetto con la pummarolella…

Io per fare lo spaghetto con la pummarolella, devo impiegare circa 10 minuti… Perchè? Perchè m romp o cazz!

Ecco quindi che per poter dare libero sfogo alla mia pigrizia, devo impiegare il minor tempo possibile a fare tutte le altre operazioni, in modo tale da poter arrivare alle 18e30 (tetto massimo di giornata) che non ho più niente da fare di gravoso e posso tornare a NON FARE UN CAZZO!

Ma ora vi insegnerò a fare uno spaghetto al pomodorino in 10 minuti:

Ingredienti:

– pomodorini freschi (col pizzo, ma anche quelli del vesuvio so buoni)

– sale

– olio

– peperoncino

– aglio

– spaghetti

Preparazione:

Prendete una tiella, mettete a scarfare l’olio, l’aglio e il peperoncino a fuoco lentissimo.

Nel frattempo prendete i pomodorini (la quantità regolatevi voi, sulla base di quanta pasta volete fare, tipo per 100 grammi di spaghetti, bastano una 10ina di pomodorini), e spremeteli nel lavandino tra indice e pollice per far uscire le semente!

Appena l’aglio sarà rosolato mettete i pomodorini, cospargete di sale e coprite con un coperchio. Dopo qualche minuto, alzando il coperchio noterete che i pomodorini si saranno ammosciati. A questo punto li schiacciate con una forchetta e togliete definitivamente il coperchio.

Lasciate asciugare per il tempo che occorre ad ottenere una salsa omogenea e pastosa.

Ovviamente nel frattempo avrete fatto bollire l’acqua e calato gli spaghetti. Da quando il sugo sarà pronto, vi basterà aspettare approssimativamente un cinque minuti per poter calare la pasta e mescolare poi il tutto.

Aggiungere in cima al piatto una fronna di basilico😉

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. ale said, on 16 settembre 2010 at 8:10 PM

    il basilico sono troppo pigro per ricordarmi di comprarlo, una volta avevo la pianta.. poverina!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: