Informaticando, accadde

E’ nato prima l’uovo o la gallina?

Posted in citazioni, pensieri, Ricette by Inzirio Draghelli on 1 novembre 2010

E’ da un pò di tempo che non scrivo, ma l’uovo mi ha ridato ispirazione, si perchè da che questo doveva essere un blog di assurdità, scleri e minchiate varie si è avotato a essere un blog di cucina…

Partirò col dire che a noi se è nato prima l’uovo o la gallina nun ce ne fott! (Anche se mi sembra OVVIO che la gallina sia  nata da un uovo fecondato da chisà quali animali e l’unione di quei geni avrà dato vita alla gallina… ma tornerei a dire che… nun ce ne fott proprio!)

Detto ciò sappiamo che al giorno d’oggi le uova che arrivano sulle nostre tavole vengono prodotte dalle povere galline in diversi modi. Cioè escono sempre dal culo delle galline, ma le galline vengono tenuti nei modi più disparati. Non starò qui a elencarli perchè non conosco i dettagli e ho paura a conoscerli… Fatto sta che noi nel nostro piccolo possiamo fare una cosa, cercare di NON comprare uova prodotte da galline tenute in modi disumani, tipo da “allevamenti in gabbie”, ma almeno da galline di “allevamento a terra”.

Come fare:  quando andate a comprare lo scatolo di uova leggete sulla confezione da che tipo di allevamento l’uovo proviene fino a trovare la marca con su scritto: “da allevamento a terra”. Possibilmente se non le trovate, evitate di comprarle e v facit na fell e carn (i vegetariani insorgeranno su questa contraddizione, ma aggiungerei, NUN TENG NIENT A VERE’!) o n’ata cos… Anche perchè mangiare troppe uova in una settimana fa male (ho amiche che sono FOBICHE sulle uova… e forse non a torto…)

Passerò ora con il rivelarvi come fare un uovo strapazzato senza far sì che esca la parte bianca, si perchè a me la parte bianca fa senso, nel piatto e in bocca…

Ingredienti:
– 2 uova
– opzionalmente mezza mozzarella (si vulit fa nu fint filosc)
– olio
– una tiella (per chi non conoscesse la tiella, può andare a leggere il mio post sui fasuli)

Preparazione:
Cominciamo col passo opzionale: Tagliare la mozzarella a dadini piccoli.
mettere un POCHINO d’olio nella tiella, NON riscaldare!
Aggiungere l’uovo e girare con una cucchiara di legno fino a far diventare tutto omogeneo.
Aggiungere opzionalmente la mozzarella e rigirare il tutto.
A questo punto, e solo a questo punto, accendere il fuoco!
Girare in continuazione fino al punto di cottura che si preferisce. (ovviamente evitate di mangiare le uova crude perchè non ricordo quale malattia possono provocarvi…)
Accompagnate con un bel pezzo di pane cafone e facitm sapè comm’er!😉

Uovo strapazzato senza mozzarella

p.s. per chi ha aggiunto la mozzarella per fare il finto filoscio, consiglio di girare fino a quando la mozzarella non fila! Tipo la pubblicità delle sottilette che filano, ma in questo caso accade davvero…

p.p.s. per chi non sapesse cos’è il filoscio, mammamà ma arò camp? Comunque ti illuminerò dicendoti che è semplicemente l’omelette (a frittat c’a muzzarell aint) -.-‘

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. m said, on 2 novembre 2010 at 1:20 PM

    sei proprio uno chef, ci sta poco da dire.

    io suggerisco:
    – la malattia è la salmonella. il tiramisù è infatti un dolce a rischio. ma c’o magnamm o stess, si vive una volta sola
    – il pane: un’antica tradizione dice che si può usare il pane fritto, per cui lasciare intingere il pane nell’uoglio che sfrie. secondo me è pesante come cose e il colesterolo va a mille, ma tant’è, è ‘a tradizion

  2. piripignoggno said, on 7 novembre 2010 at 7:43 PM

    complimenti x la foto,fa venire davvero l acquolina in bocca…ma l hai fatta tu o ti sei rivolto a uno specialista???


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: