Informaticando, accadde

Via San Donato – Pianura – Napoli

Posted in Napoli, pensieri, strunzat by Inzirio Draghelli on 8 marzo 2013

E’ da quando ho iniziato ad andare alle medie che ho sempre sentito parlare di questa via di Pianura… Via San Donato!

Diciamo che, abitando a soccavo, è abbastanza ovvio che io conosca persone di un quartiere  limitrofo al mio, ma Via San Donato per me è sempre stata un mistero!

Perchè? Vi chiederete… o magari nun ve ne fott, ma lo dirò lo stesso!

Via San Donato sarà tipo 100mt di strada, una strada stretta, a una sola corsia, con paletti a destra e sinistra, terre intorno, manc nu post p’a machin, negozi, negozietti, una farmacia GIGANTE!

Quindi mi sono sempre chiesto, ma come cazzo fa a viverci il 99% degli abitanti del quartiere?

Tagged with: , ,

Manuale per rompere i capillari nasali

Posted in pensieri, recensioni, strunzat by Inzirio Draghelli on 6 marzo 2013

Vi illustrerò un metodo infallibile per rompere i propri capillari nasali!

Prerequisiti:

  • Frescura invernale… o primo calore primaverile (di quelli infami che sai essere finti dato che dopo 2 giorni torna a piovere!)
  • un cappotto (opzionale)
  • uno o più bar
  • dei soldi
  • degli amici (opzionale)
  • un fazzoletto
  • due polmoni (anche malandati)
  • essere fumatori (opzionale)
  • una mano

(more…)

L’omino IKEA

Posted in Napoli, pensieri, Storie, strunzat by Inzirio Draghelli on 10 marzo 2011

Questa mattina, quando mi sono svegliato, ho potuto notare un sole bellissimo in cielo, un’aria quasi tiepida e accusavo un fortissimo mal di testa. Ma il senso del “dovere” mi portava ad alzarmi dal letto e vestirmi, per poter andare da IKEA a comprare una cucina…

Considerato che avrei dovuto trasportare una cucina su per quattro piani di scale, ho ben pensato di mettermi comodo riesumando un pantalone di una tuta grigio scuro e un felpone giallo comodissimo e caldo, il tutto arrecante il marchio Adidas bene in vista.

Ore 12.00 sono da IKEA, guardo il cielo… LIMPIDO, “Ma sì! Sto giubbino lo lascio in auto!”

Ore 12.15 mi trovo seduto accanto a un forno per cercare di capirne i segreti.

Dietro di me sento: “Scusa! Sai dove sta Sdubdnbò?” (Sdubdnbò: classico termine svedese utilizzato per indicare qualcosa di cui nn si ricorda bene il nome)

(more…)

E fuoss mpiett (I fossi in petto)

Posted in Napoli, pensieri, strunzat by Inzirio Draghelli on 16 febbraio 2011

Stasera tornando a casa pensavo alla riequilibratura… In generale… Non solo quella della macchina!

Poi però riflettendo che stavo camminando per le strade di Napoli, mi sono soffermato sulla riequilibratura dell’auto… Mo magari nun c’appizz niente, però mi so soffermato…

A Napoli, per chi non lo sapesse , le strade sono “leggermente sconnesse”. In pratica, su ogni strada c’è almeno un fosso… Uno, si t va bbuon! E questo perchè le strade sono fatte manco la chiavica!

(more…)

Puttana Eva

Posted in Politica, Storie, strunzat by Inzirio Draghelli on 15 dicembre 2010

Puttana Eva, una bestemmia che ricorda la notte dei tempi.

Sì perchè, diciamocelo, chi tra noi, anche il piu’ cattolico, non l’ha mai pensato? Eva è una troia… Lo deve essere per forza! Per diversi motivi.

Primo tra tutti, il peccato originale! Perchè cazzo dovevi mangiare la mela? Effettivamente, se il frutto in questione fosse stato il Kiwi, tutto sarebbe stato più facile… Ma putiv evità o stess! T magnav n’auliv… Na mulignan… Quest’ultima magari cotta senò morivi. Ma vabè…

Secondo e non da meno, come poteva l’umanità procrearsi con i soli Caino e Abele? Cioè so due maschi e inoltre Caino ammazza Abele… Quindi non rimane che Eva con Adamo cornuto.

(more…)

“Ansia da blatta” [cit.]

Posted in pensieri, strunzat by Inzirio Draghelli on 11 giugno 2010

Torna l’estate…

No, scusate, forse farei meglio a dire, SI IMPONE IMPROVVISAMENTE IL CALDO AFOSO DELL’ESTATE… e con esso tornano le BLATTE!

Ma cosa ben peggiore, con le blatte arriva un’inevitabile ANSIA DA BLATTA… Ogni ragazza che ne vede una IMPAZZISCE completamente… non riesce a controllarsi e appena mette un piede fuori casa e ne avvista anche solo una, decide inevitabilmente di ritornare a casa… Manco si muovessero in gruppo stile esercito e stessero ATTACCANDOTI!

Cioè si, ok, la blatta è brutta e schifosa, ma da qui a desiderarne l’estinzione ce ne vuole! Posso capire che alcune persone hanno subito dei traumi, come ritrovarsele dentro le scarpe oppure avvinghiate ai polpacci… A me è capitata la stessa cosa con le formiche, ma non voglio la loro estinzione dal pianeta!

Al che, mi torna in mente un grande film: Man in Black! Dove c’è un alieno blatta gigantesco che vuole rubare la sua blattastronave (messa in un LUNA PARK… rendiamoci conto! O_O) per non ricordo fare cosa… ma sicuramente voleva distruggere la terra!

Ma poi perchè volerle estinguere? Sono cosi’ carine…

Comunque il rimedio migliore, secondo me, per superare quest’ansia è di andare in giro con i nemici naturali delle blatte, come illustratoci da Wikipedia.

La difficoltà sarà capire come portarseli appresso…

Pasta e piselli

Posted in pensieri, strunzat by Inzirio Draghelli on 1 giugno 2010

Vi ripropongo una ricetta a caso dalla rete, che per quanto ho potuto leggere mi sembra che manchi della scorza di parmigiano, che ho sentito dire in giro, “c’ sta ‘bbuon”!

Fonti parentali affermano inoltre che in alcune città dell’Italia la pasta e piselli manco la conoscono e che sono stati loro a farla consocere agli “indigeni” del luogo! Ora vai a scoprire se è vero…

Questo spunto nasce da una situazione capitatami poco tempo fa e di cui mi sono ritrovato poi a parlare con un amico…

officio scrive: FRA’ T STAI MAGNANN A PAST E PSIELL RO JUORN PRIMM’
officio scrive: NO
officio scrive: RIFIUTA PASSA
­majin scrive:  ahahahahahahahah
­officio scrive: o blocc è psicologico
officio scrive: ed è corretto!”

Che poi la pasta e piselli del giorno prima nun s pò magnà!

Foss stat na past e patan…